Mercoledì, 07 Marzo 2018

Antonio Scaccabarozzi al museo MAXXI di Roma

Siamo lieti di annunciarvi che l'opera di Antonio Scaccabarozzi
Rotazione continua orizzontale
sarà esposta durante la mostra:
WunderMoRE
dal 7 marzo all'8 luglio
presso il museo MAXXI, Roma 
a cura di Ilaria BignottiElisabetta Modena,Valentina Rossi e Marco Scotti


WunderMoRE è il primo appuntamento del 2018 di The Independent, il programma del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma dedicato alle realtà indipendenti, che vede protagonista MoRE come gruppo vincitore di i8, l’iniziativa della fiera ArtVerona dedicata agli spazi indipendenti, che includeva fra i suoi premi l’esposizione al MAXXI.
WunderMoRE, visibile negli spazi gratuiti del foyer Carlo Scarpa, vuole proporre una visione unica e densa dell’archivio, mostrandone l’eccezionalità e alludendo all’idea di collezione, alla storia del museo e della museologia.
Come suggerisce il titolo, il tema centrale dell’allestimento è la meraviglia, intesa come insieme di mirabilia, naturalia et artificialia, oggetti facenti parte delle antiche Wunderkammer, prime forme di esposizione del collezionismo, ma anche come quella fondamentale componente del progetto d’artista collegata alla visionarietà e alla potenza evocativa.
The Independent è un progetto di ricerca del MAXXI a cura di Giulia Ferracci ed Elena Motisi, incentrato sull’identificazione e promozione degli spazi e del pensiero indipendente. Il progetto vuole ampliare e sfidare i limiti attuali delle istituzioni museali, elaborando diversi modi per agire nella contemporaneità.

Rotazione continua orizzontale
 (1975), probabilmente intitolato Da un’idea del ’69, consiste in un intervento pittorico ambientale proposto dall’artista per la facciata della Scuola Materna di Merate, in occasione del Concorso Legge del 2% Scuola Materna (ente morale) di Merate

Il progetto afferisce alla ricerca condotta da Scaccabarozzi fra la fine degli anni ’60 e la prima metà degli anni ’70, inerente ai cicli dei Fustellati: serie scaturita dall’analisi della creazione del movimento, nel rapporto tra superficie, profondità, luce e percezione, in cui lo spazio viene inteso come campo di possibili e potenziali variazioni
Parzialmente sollevati, inclinati, orientati e colorati, posizionati con andamento ritmico e sequenziale, i Fustellati sono un invito allo sguardo ed un incitamento alle potenzialità della percezione.
Rotazione continua orizzontale utilizza il colore giallo per sottolineare e completare l’andamento percettivo degli elementi cilindrici sulla superficie pittorico-ambientale, aumentando così le potenzialità visuali e cinetico-virtuali dell’intervento stesso, se fosse stato realizzato.

WunderMoRE

MoRE Museum

The Indipendent